Fedez: dopo il discorso sul palco del Concertone, pubblica la telefonata con la RAI.

0
33
Fedez al concertone 1 Maggio - fonte Instagram
Fedez al concertone 1 Maggio - fonte Instagram

Dopo il lungo discorso di Fedez sul palco del Concertone, la RAI smentisce di avergli censurato il discorso, chiedendo di inviare loro il testo del discorso che avrebbe eseguito sul palco. Fedez risponde loro pubblicando la telefonata con la stessa RAI.

Fedez al Concertone - fonte Twitter
Fedez al Concertone – fonte Twitter

Sul discorso che Fedez ieri ha svolto al Concertone non solo in merito all’occasione del 1° Maggio, nonché festa dei lavoratori, non c’è niente da dire. L’artista ha toccato non solo l’argomento del lavoro ma anche di politica, di società in riferimento all’approvazione della legge DDL ZAN, argomento già trattato dallo stesso Fedez sui social.

Durante il discorso però, lo stesso Fedez svela che la Rai avrebbe chiesto, alcune ore prima dell’inizio del Concertone, di inviare loro il testo del discorso che lui avrebbe fatto per controllarlo e censurarlo poichè la RAI credeva potesse accadere ciò che alla fine è accaduto.

 


Pare abbiano chiesto all’artista di censurare gran parte del suo discorso, non facendo nomi e cognomi ne i nomi dei partiti che più hanno evitato l’approvazione della legge DDL ZAN. Ma Fedez non è stato nella pelle e ha dovuto dire ciò che pensava, non solo dicendo il discorso senza alcuna censura, ma postando su Twitter un pezzo della telefonata intercorsa fra lui e la vice-direttrice della RAI.

Fedez – la telefonata con la Rai

Fedez non ci ha pensato due volte. Lui stesso ammette di non pensare che fosse necessario arrivare a tanto, ma dopo la smentita della RAI, non ha potuto fare a meno di pubblicare la prova schiacciante di quanto sostenuto da Fedez sul palco. Non una registrazione, bensì un video dove col vivavoce Fedez si registra durante la telefonata.


La frase clou della serata è stata quella da lui ripetuta più volte, ovvero la citazione di uno dei politici che hanno ostacolato l’approvazione della legge DDL ZAN:

“Se avessi un figlio gay lo brucerei nel forno”

La richiesta di censura

La RAI ha chiesto durante la telefonata di non scendere così a fondo nei particolari e di adattarsi ad un sistema, in cui queste affermazioni non sono adatte alla situazione e perchè le frasi stesse estrapolate e messe in un altro contesto assumerebbero un significato diverso.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FEDEZ (@fedez)

Ovviamente per una frase così non ci sarebbe da interpretare nessun altro significato se non quello già palesemente espresso dal politico in questione. Fedez alla fine per ottenere il consenso a dire ciò che voleva avvalendosi del diritto di espressione.

Si è inoltre assunto ogni responsabilità di ciò che diceva, sottintendendo ovviamente citazione tratta dal contratto stipulato con la RAI prima dell’organizzazione del Concertone, secondo cui

“Se Fedez, userà a fini personali il concerto del 1° Maggio, per fare politica calpestando il senso della festa dei lavoratori, la RAI lascerà che i sindacati paghino per intero il costo del concerto

che stando a quanto dice Salvini, ammonta a circa 500.000€.


Voi che ne pensate dell’accaduto? Con quale delle due parti siete d’accordo?

Seguici anche su Instagram:

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here