La vera Regina degli Scacchi attacca Netflix: “mina e degrada i miei successi”

0
47
La Regina degli Scacchi
(Foto Instagram)

Netflix si è fatto un nuovo nemico. Chi è? A quanto pare si tratta della vera Regina degli Scacchi, che ha attaccato l’omonima serie tv.

Una delle serie tv targate Netflix più amate degli ultimi tempi è proprio la Regina degli Scacchi. Ora però, nonostante la sua fama, é finita al centro della polemica e Netflix si è ritrovato in un bel guaio. Ma cosa sarà successo?

A quanto pare a parlare è stata proprio la vera regina degli scacchi, che nella realtà si chiama Nona Gaprindashvili. Ma perché si è sentita presa in causa? E di cosa ha accusato Netflix? In questo articolo scoprirete tutto, vi basta continuare a leggere!

la regina degli scacchi
(Foto Pinterest)

Cos’ha scatenato la polemica di Nona Gaprindashvili?

Intanto vediamo di capire chi é la vera regina degli scacchi. Nona Gaprindashvili ha attualmente 80 anni e vive a Tblisi, la capitale della Georgia, e si guadagnata la fama di essere la regina assoluta nel mondo degli scacchi. Per questo motivo sarà rimasta sicuramente incuriosita dalla serie, ma guardandola ha sentito parole poco piacevoli.

Potrebbe interessarti anche: La regina degli scacchi: Annunciato finalmente il destino della serie Netflix 

Ciò che ha destato la sua indignazione sono state le parole di una cronista all’interno della serie, che ha fatto proprio riferimento a Nona. Ma cos’ha detto? Qui di seguito vi lasciamo tutto:

“Elizabeth Harmon non é affatto una giocatrice importante. L’unica cosa inusuale di lei è il suo sesso. E anche questo non è unico in Russia, c’è Nona Gaprindashvili, ma lei è campionessa femminile di scacchi e non ha mai affrontato uomini.”

Cos’ha risposto la vera Regina degli Scacchi?

Queste parole non sono affatto piaciute a Nona, che ovviamente ha subito avuto da ridire a riguardo, con toni anche molto indignati. Questo è quanto ha detto:

“Una falsità devastante, che mina e degrada i miei successi davanti ad un pubblico di milioni di spettatori”

Potrebbe interessarti anche: La regina degli scacchi 2: Anya Taylor dice la sua sulla seconda stagione 

Ha poi aggiunto inoltre, che di uomini ne ha anche sfidati parecchi, 59 nel 1968, anno di ambientazione della serie. Dunque ha tenuto a ripulire la sua immagine e tutti i sacrifici e gli impegni compiuti negli anni. Ma non si è fermata qui. Infatti ha fatto causa a Netflix per ben 5milioni di dollari, oltre che pretendere la rimozione della frase.

Infine ha concluso dicendo:

“Stavano tentando di creare questo personaggio fittizio che stava aprendo la strada ad altre donne. Quando io in realtà avevo già spianato la strada e avevo ispirato generazioni.”

Per rimanere sempre aggiornato dalla redazione di Idealia.it su tutte le novità del mondo social e molto altro ancora, non dimenticare di iniziare a seguirci anche nei nostri profili ufficiali di InstagramFacebookTwitter e TikTok!

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here