Hype: che cosa significa e perché oggi lo utilizziamo sempre più spesso?

0
110
"Famoso" di Sfera Ebbasta, Fonte: Instagram

“Hype”, un neologismo che sta entrando sempre di più nel vocabolario della lingua italiana ma di cui pochi conoscono davvero il significato. Scopriamolo insieme!

Avengers Infinity War, Fonte: Getty Images
Avengers Infinity War, Fonte: Getty Images

I grandi brand la stanno impiegando sempre di più negli annunci social, è diventata ormai una parola sulla bocca di tutti ma davvero pochi sanno davvero a che cosa si riferisce. Partiamo subito dal fatto che appartiene al mondo del marketing.

Il suo significato è molto più semplice di quanto possa sembrare, state tranquilli!

Letteralmente significa “montatura” o “gonfiamento” ed è impiegato per indicare la strategia di marketing che ruota attorno al creare aspettativa nel pubblico che riceve il prodotto.

L’Hype e il mondo Pop

Ci sono due situazioni specifiche in cui si può creare hype:

  • quando a fare “hype” è il brand
  • quando è la fanbase più affezionata a crearlo, creando una sensazione di attesa provocata dal desiderio di uscita del prodotto

Vediamo un po’ come si è manifestato l’hype in epoche recenti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da $€ 🇮🇹📈 (@sferaebbasta)

Lo abbiamo potuto notare prima dell’uscita sul mercato del film Avengers Inifinity War, in cui tutti i fan della Marvel attendevano ansiosamente per l’arrivo di un film che coinvolgesse personaggi che hanno preso parte a film differenti.

Lo stesso può avvenire nel mondo musicale, come è successo nel caso della pubblicazione dell’album “Famoso” di Sfera Ebbasta.

In questo caso però non è stato molto funzionale alla vendita del prodotto: hanno iniziato a “montare” l’album caricandolo di aspettative che purtroppo non hanno soddisfatto a pieno i fan (si ricordi per esempio l’ipotetica collaborazione con Drake mai realizzatasi).

Ecco perché è importante “dosare l’hype”: in quanto strumento efficacissimo nell’ambito della comunicazione di massa, deve essere impiegato quando si è certi che l’impatto di ciò che si propone abbia le potenzialità per diventare “iconico” o che comunque abbia degli elementi così innovativi da renderlo ben distinguibile e memorabile.

Tweet di Selvaggia Lucarelli, Fonte: Twitter
Tweet di Selvaggia Lucarelli, Fonte: Twitter

Recentemente abbiamo utilizzato il termine “hype” nel caso che ha coinvolto il noto social network Trash Italiano: sapete che cosa è successo? Se vi siete persi questa notizia bomba, dovete assolutamente recuperare il nostro articolo dedicato!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here