Il padre di Michele Merlo comunica i risultati dell’autopsia giudiziaria

0
717
Michele Merlo
(Foto Twitter)

Il padre di Michele Merlo volva andare in fondo alla faccenda, per questo ha richiesto che venisse attuata un’autopsia giudiziaria

Il grande dolore dei genitori e  dei parenti di Mike si vede anche in questo, non sembrano affatto propensi a lasciar perdere. Anche secondo loro è stato tutto molto strano, anzi, troppo. Cos’è che è andato storto?

In questi casi bisogna richiedere un’autopsia giudiziaria, per vedere cos’è successo davvero. A Michele è stata effettuata da pochissimo. Cosa si sarà scoperto da questo delicato esame?

Michele Merlo
(Foto Twitter)

Quali sono i risultati dell’esame di Michele Merlo?

Il medico che ha effettuato l’autopsia non si è discostato molto dall’opinione degli altri medici. Ha visto con i suoi occhi l’emorragia che si stava svolgendo nel suo cervello. Non c’era nessun dubbio, era in atto una leucemia mieloide acuta.

È stato proprio questo che l’ha portato a morire tragicamente a soli 28 anni. A nulla sono servite le cure mediche che gli sono state date dopo il ricovero. La leucemia fulminante, come dice il nome, porta a morire in poco.

Potrebbe interessarti anche: Michele Merlo: Parla l’amica d’infanzia Eleonora Gaggero su Tiktok (VIDEO)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Michele Merlo (@michelemerlo)

In realtà ora si può curare con un mix di farmaci, ma solo se presa in tempo. Quando Michele è stato ricoverato era già terribilmente tardi. Tuttavia è proprio questo che ha portato il padre a sporgere denuncia.

Possibile che nessuno sia stato in grado di riconoscere dei sintomi così tanto evidenti? Il dolore alle tonsille e il mal di testa dovrebbero essere subito riconosciuto come un tumore e trattato come grave, oppure gli avrebbero dovuto fare altri esami. È strano che ora ci sia un medico in “ferie forzate”.

Potrebbe interessarti anche: Michele Merlo: parla la madre col cuore a pezzi su IG. Il commovente discorso

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Michele Merlo (@michelemerlo)

L’ennesima prova che la prudenza non è mai troppa e che con la vita delle persone non si scherza. La morte di Michele aveva un che di divino e di profetico. Continuare a parlare di lui ci strugge il cuore.

Per non perderti mai nessuna novità seguici anche nei nostri profili ufficiali di Instagram, Facebook, Twitter e TikTok

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here